Report osservativi di Francesco D'Oria di Taranto - G.A.S. Astronomia Lecce - astronomia salento - eventi astronomici salento - eventi astronomici lecce - osservazioni salento - osservazioni lecce - astronomia nel salento

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Visuale è bello
 
 
 
 
 
 

Francesco D'Oria di Taranto

Dobson d.400\1500

Dobson d.200\1200

 
 

Report osservativo del 20/10/2020 sul Piano Visitone

È stata una sessione senza perdite di tempo. Arrivato sul posto ho subito montato il telescopio
per farlo acclimatare visto che avevo un programma molto ricco e avevo necessità di
cominciare non oltre le 21. Il programma originale conteneva una novantina di oggetti, di cui ne
ho osservati una settantina. Tra oggetti osservati alcuni non sono stati inseriti nel report
perchè, vuoi per la stanchezza nelle ultime ore, vuoi per il seeing scadente, non credo di aver
tirato fuori il massimo da questi oggetti omessi, che andrò ad osservare nella prossima
sessione. Nel report sono presenti 65 oggetti ( incluse le singole componenti dei gruppi di
Hickson), principalmente galassie, tra cui 7 gruppi di Hickson e qualche nebulosa planetaria, a
riflessione o a emissioni. Novità della sessione è stata quella di osservare la supernova in Ngc
514, ovvero la 2020uxz, di cui di seguito il report. Questa è stata una delle sessioni più intense
da me fatte fino ad ora, senza staccare mai l’occhio dall’oculare, dimenticandomi
completamente del freddo ( -5° C), umidità e di tutto il resto: ero completamente immerso
nella mia concentrazione.
Umidità sempre al 99%, vento assente per tutta la nottata tranne che per brevi momenti
intorno alle 01.00, trasparenza circa 5-6/10, seeing molto scarso, circa 3/10.
Questa è stata una delle sessioni più intense
da me fatte fino ad ora, senza staccare mai l’occhio dall’oculare, dimenticandomi
completamente del freddo ( -5° C), umidità e di tutto il resto: ero completamente immerso
nella mia concentrazione.
Umidità sempre al 99%, vento assente per tutta la nottata tranne che per brevi momenti
intorno alle 01.00, trasparenza circa 5-6/10, seeing molto scarso, circa 3/10. Temperatura
esterna minima –5,3° C, deltaT specchio primario tra 0-2° C a seconda delle variazioni di
temperatura esterna.
Dobson RPastro 400/1800 ( + paracorr che porta la focale del telescopio a 2070)
Oculari Exlore Scientific 82° da:
•24mm 2” ( 86x; TFOV 0,95°; PU 4,6mm);
•14mm 1,25” ( 148x; TFOV 33’; PU 2,7mm);
•8,8mm 1,25” ( 235x; TFOV 21’; PU 1,7mm);
•6,7mm 1,25” (309x; TFOV 16’; PU 1,3mm);
•4,7mm 1,25” (440x; TFOV 11’; PU 0,9mm).
Filtro UHC Astronomik 2”; filtro OIII astronomik 2”.

Magnitudine riportate da Skysafari 5 Pro.

Inizio ore 20.50.


- Ngc 7139, Cepheus, PN, Mag 13,39
A 148x+OIII si mostra come un debole disco di luce dalla LS omogenea. A 235x e 309x +OIII sembra di intravedere una nervatura scura a Nord. Ho preferito la visione in luce
bianca, con la quale la PN mostra più dettagli, come dei punti luce al suo interno, di cui il più luminoso a ENE sul bordo della PN. Bordo ad Est più luminoso. Nana bianca non visibile.

- Ngc 7354, Cepheus, PN, Mag 12,19
Piccola e concentrata a 148x, di colore verdino. Molto bella a 309x, per qualche momento mi è sembrato di vedere un punto luce centrale molto instabile perchè
debole e per cattivo seeing. A 440x si nota anche un debole guscio esterno, molto sfumato, è più luminoso ad Ovest.. avvolge strettamente quello interno. Il guscio
interno esibisce un contorno marcato ma di forma irregolare. Il centro del guscio interno sembra contenere lacune di luce, la cui più evidente a Nord. Il contorno del
guscio interno sembra essere vagamente a forma di "8".

- Ugc 12423, Pisces, Gx, Mag 13,56
Davvero poco contrastata. A 148x è a malapena intuibile. Miglior visione a 235x e 309x. In distolta si riesce a mantenere con un pò di fatica questa debole macchiolina molto elongata NW-SE.
LA zona centrale ha un gradiente di luce leggermente superiore. Vicina a Ngc 7518

- Ngc 7518, Pisces, Gx, Mag 13,48
Ben contrastata anche a 309x. Si presenta come una luminosa macchietta appena ovale, con bulge marcato. Il profilo di
luminosità sembra essere quella di una galassia ellittica.

- Hickson 94, Pegasus, Galaxy Group
Macchiolina a 148x. A 235x cominciano ad intravedersi le piccole componenti e soprattutto le deboli stelle di campo necessarie per orientarsi. Nella macchia
principale a Sud si distinguono 4 punti luce a triangolo. Di questi, a 309x si osserva che il punto più a Nord e quello più a Sud sono
di natura stellare, mentre quello più a W è il bulge della componente B ( Ngc 7578AMag 14,8), immerso in un alone distinto e staccato da quello appena più a Est, cioè
quello della componente A (Ngc 7578BMag 14,72), compreso tra stellina e componente B. A e B non difficili da separare. Poco più a Nord ( un paio di
primi), si nota stabilmente una coppia di stelle. Appena più a SW della coppia di stelle si osserva stabilmente una debole macchina di luce elongata NW-SE. Si tratta
della componente C (Pgc 70943-Mag 16,19) molto debole, prossima al limite, ma stabile in distolta.

- Hickson 96, Pegasus, Galaxy Group
Macchiolina visibile a 148x. Si notano subito due macchie rotonde e distinte, allineate WE. Quella più luminosa è la componente A (Ngc 7674-Mag 13,28), di
cui si apprezza il bulge centrale avvolto da un alone debole ma palese. L'altra è la B (Ngc 7675-Mag 14,68) con un alone sfumato. A 235x e 309x si nota bene la
piccola compagna della A, a NE della stessa, separabile facilmente. Questa piccola macchia è la componente C (Ngc 7674A-Mag 14,25), di cui se ne apprezza
un nucleo quasi stellare ed un alone appena elongato NE-SW. A e C sembrano avere gli aloni connessi tra loro, ma forse questo potrebbe essere causato dalla
presenza di una stellina tra le due, notata nel DSS in fase di report. Solo a 440x salta fuori la componente D (Pgc 71507-Mag 17,32) che può essere apprezzata come
una sorgente luminosa di natura stellare. A, B e C visibili facilmente. A e B formano un triangolo equilatero con una stella a Sud. Al centro del triangolo c'è la D, visibile
solo in distolta a 440x in maniera stabile.

- Hickson 95, Pegasus, Galaxy Group
Macchiolina a 148x. A 235x si nota la componente principale A ( Ngc 7609-Mag 14,88) più qualche stellina di campo. A 309x e 440x le visioni migliori di tutto il
campo e delle componenti stesse. La componente A è chiaramente visibile, tondeggiante. Appena a Sud della A, 2 stelline di simile brillantenza.
Immediatamente a Est di queste 2 stelle si nota una debolissima macchia elongata NW-SE, ovvero la componente B (Pgc 71080-Mag 15,98), davvero molto elusiva.
Componenti C e D non viste.

- Jones 1, Pegasus, PN, Mag 12,1
Visibile in luce bianca solo a 86x, debole ma stabile. A 148x+OIII il contrasto è notevolmente aumentato da renderla visibile con estrema facilità. Il suo bordo è
più marcato ed a forma di anello appena ovalizzato. Il bordo si interrompe a Est. Infatti è dallo stesso Est che una grossa lacuna di luce si inserisce, penetrando fino
al centro della nebulosa, dove crea un piccolo golfo privo di nebulosità. Tra questa lacuna elongata WE ed il bordo luminoso della nebulosa si nota una
nebulosità molto debole a fare da intercapedine tra bordo e lacuna scura.

- Arp 86, Pegasus, Interacting Galaxies
Coppia di galassie interagenti subito visibili e separabili a 148x senza difficoltà. Migliore visione a 235x. La principale (Ngc 7753-Mag 13,35) appare leggermente
ovalizzata WE, bulge piccolo e concentrato. Stellina a Nord del bulge inglobata nell'alone. Poco più a Ovest la Ngc 7752 (Mag 14,22). Tra le due c'è una
stellina luminosa. Nessuna traccia del braccio/coda mareale della 7753 che si connette alla 7752.

- Hickson 100, Pegasus, Galaxy Group
A 148x vista subito la componente A ( Ngc 7803-Mag 14,07), leggermente ovale, con forte condensazione centrale. A 235x le stelle di campo sono più chiare ed
indispensabili per individuare la B ( Pgc 108-Mag 15,28) e la C ( Pgc 89-Mag 15,89). La B è facilmente visibile in distolta a circa 1/3 della distanza tra la stella più a
Est del gruppo e la componente A. La B è più piccola della A, con condensazione centrale, stabile in distolta. Poco più a Nord di una coppia di stelle, si vede una
debole stella ed immediatamente più a nord la componente C, stabile in distolta ed elongata SW-NE. B e C visibili solo a 235x ed a 309x con difficoltà. Componente
D ( Pgc 92) non visibile.

- Hickson 98, Pisces, Galaxy Group
Visibile in gruppo a 148x come una macchia elongata NW-SE. A 235x si notano 3 punti luce quasi allineati nella macchia. Componente C ( Ngc 7783C-Mag 15,39)
più facile da distinguere , trovandosi isolata e localizzata appena più a SE di una stella situata un paio di primi a SE della macchia. La C è molto piccola, stabile in
distolta e compatta, meglio visibile a 235x. A 309x la macchia principale si scompone al meglio. Il punto luce centrale tra i 3 presenti nella macchia nebulosa è una
stella di campo, mentre quello a NW è il nucleo della componente A (Ngc 7783AMag 14,02), mentre quello a Est è il nucleo della B ( Ngc 7783B-Mag 15,02). La A
mostra una condensazione decentrata nel suo alone, il quale sembra essere più esteso a W, mentre la B sembra avere una condensazione centrata e avvolta in un
piccolo alone circolare molto debole e sfumato. A 309x l'alone complessivo di A e B sembra includere anche la stella tra le due componenti. A 440x però, con un pò
di incertezza, l'alone sembra non esserci in corrispondenza della stella, scomponendosi quindi i due aloni distinti: uno della A ed uno della B. Componente D
( Ngc 7783D) non vista.

- Ngc 7640, Andromeda, Gx, Mag 11,06
Vista a 148x, palese. Elongata NNW-SSE, dimensioni di circa 6'x2'. A Ovest sembra poggiare su due stelle di pari luminosità.
Bulge grosso ed ellittico. A 309x sembra essere granulos

- Hickson 3, Cetus, Galaxy Group
Gruppo molto difficile, ma bella sfida. A 235x deboli macchie di luce. Il campo stellare è composto da stelle deboli che non aiutano la ricerca delle componenti.
La prima ad essere individuata a 235x è stata la componente B ( Pgc 2064-Mag 15,64), appena più ad Ovest di una stella di campo. La B è visibile con difficoltà in
distolta e a intermittenza, si presenta come un debolissimo alone elongato WE. A 309x si sono palesate anche le componenti A ( Pgc 2045-Mag 15,46) e D (
Pgc 2043-Mag 15,85). La A è la più luminosa del gruppo ma comunque spettrale, non stabile in distolta, sembra elongata NNW-SSE. Poco più a Sud della A
c'è la C, la più stabile in distolta del gruppo. La D sembra essere tondeggiante, molto piccola e compatta con condensazione centrale. Componente C
(Pgc 2059) non vista

- Ngc 145, Cetus, Gx, Mag 12,75
Non molto contrastata a 148x. Forma un triangolo rettangolo con una stella luminosa a Est ed una a Sud. A 235x è tondeggiante, condensazione centrale ed
alone molto debole. Il bulge sembra essere granuloso a 309x. A 440x si notano meglio alcuni punti luce interni.

- Ngc 514, Pisces, Gx, 11,71 + Supernova SN2020uxz, Mag 13,8
Ngc 514- Debole e tondeggiante a 235x. Bulge molto piccolo, alone debole e sfumato.
SN 2020uxz- La magnitudine riportata da rochesterastronomy.org è di 13,8. A 309x la SN è palese, facile e brillante. Situata nell'alone molto debole di ngc 514, nella
sua parte NE. Sembra avere un colore verdino. Spicca per la sua gran brillantezza. Bellissima

- Ngc 128,130, 125, 126, 127, Pisces, Galaxy Group
NGC128- Evidente a 128x, appena elongata e bulge marcato, ma non sono ruscito a riconoscere la forma rettangolare del bulge. NGC125- Poco più a W della 128. Si mostra
luminosa, tondeggiante, con bulge visibile. Vicina a una coppia di stelle a Sud. NGC130- Visibile a 309x a NE della 128. La 130 è piccola e luminosa, elongata NE-SW,
bulge luminoso. Ben separata dalla 128. NGC127- Dimensioni e luminosità simile alla 130. Situata a NW della 128 NGC126- A Sud della congiungente tra
Ngc 128 e 125. A 309x ha luminosità omogenea con condensazione centrale.

-  Ngc 266, Pisces, Gx, Mag 11,72
A 148x si mostra tondeggiante. A 309x mostra il bulge luminoso e marcato. Nessuna traccia di lacune scure o bracci. Da riosservare

- Arp 331, Pisces, Galaxy group
Bellissimo gruppo di galassie, disposte a formare una lunga catena in direzione NS. Partendo da Sud, a 148x si distinguono prima due galassiette apparentemente
identiche e vicine tra loro ( Ngc 384&385), aventi stesse dimensioni, LS omogenea nuclei stellari. Appena più a Nord la 386, debole ma stabile in distolta, piccole
dimensioni. Appena a Nord la più grande del gruppo, Ngc 383, tonda con bulge evidente. A Ovest e ben separata dalla 383 c'è la 382, appena elongata e luminosa. A
Nord della 383 sono evidenti prima la 380 e poi la 379. La 380 ha un nucleo stellare ed alone ben visibile in distolta. La 379 ha un bulge marcato di forma rettangolare,
avvolto anch'esso in un alone facile da riconoscere. Ad Est della catena, c'è la 388, piccola e stabile in distolta. Bellissimo gruppo osservato a 148x e 235x

- Ngc 673, Aries, Gx, Mag 12,63
Vista a 148x,235x e 309x. Spettrale, tondeggiante, bulge granuloso con nucleo stellare. A 309x si elonga un pò in direzione NS.

- Ngc 697, Aries, Gx, Mag 11,97
A 148x è molto elongata WNW-ESE, circa 5'x2'. Zona centrale più luminosa a 309x.

- Ngc 691, Aries, Gx, Mag 11,48
Osservata a 148x e 235x. Coppia di stelle luminose a NE. LS omogenea, tondeggiante con qualche dubbia lacuna interna.

- Ngc, 678, Gx, 12,22 & Ngc 680, Gx, Mag 11,89 in Aries
NGC678-Migliore visione a 235x. Elongata ENE-WSW, bulge non molto più contrastato dell'alone. Alone di circa 3'x1'. Da riosservare, banda non visibile e seeing
pessimo. NGC680- Situata a SE della 678. Tondeggiante , nucleo stellare. Nessun altro dettaglio a tutti gli ingrandimenti.

- Hickson 10, Andromeda, Galaxy Group
Bellissimo e facile gruppo di 4 galassie. A148x sono già tutte evidenti e nello stesso campo del 14mm. La più grande e brillante è la componente A ( Ngc 536-Mag
12,36), palese. Mostra un bulge marcato e ellittico al cui Nord si nota una stella molto vicina ma ben separata, inclusa nell'alone. La seconda più luminosa è
inequivocabilmente la componente B (Ngc 529-Mag 12,13), con bulge luminoso ed alone rotondo. La componente C (Ngc 531-Mag 14,86)poco più a Nord della A, si
mostra appena elongata SW-NE, più che stabile in distolta. La componente D (Ngc 542-Mag 15,67) è la più piccola del gruppo ma sembra essere più della C, forse
perchè più piccola e concentrata. Si mostra elongata SE-NW, perpendicolare alla componente A.

- Ngc 918, Aries, Gx, Mag 12,22
Visibile a 148x. Stella luminosa a Sud. Appena elongata NS. A 235x non mostra altri dettagli. A 309x si nota un doppio nucleo nel centro.

- M 79, Lepus, GC, Mag 7,73
Molto bello a 309x, molto denso. Nucleo compatto e luminoso che non lascia risolvere tantissime stelle nel nucleo. Nucleo circondato da un "alone" meno
denso di stelle, tutte risolte. L'ammasso sembra essere circondato da una "corona" circolare di stelle, a qualche primo dall'alone.

- Ngc 1637, Eridanus, Gx, Mag 10,92
Palese e molto luminosa a 148x. Tonda con condensazione centrale. A 235x si notano delle lacune di luce nell'alone, di cui una grossa, spessa e ricurva a NE del
Bulge. Stellina nell'alone a NW. Da rivedere con buon seeing.

- Palomar 2, Auriga, GC, Mag 13,03
Debole, a Ovest di una coppia di stelle luminose. A235x e 309x ha debole alone al cui interno si distingue un nucleo sensibilmente più contrastato ma non risolto.

-  M 78, RN, Mag 8,3 & Ngc 2071, RN, Mag 8 in Orion
Carina a 148x. Visibile anche ngc 2071 a Nord di M78. M78 si compone di una zona circolare molto luminosa, contenente tre stelle ad arco. Il bozzolo luminoso è
tagliato da Nord a Ovest da una banda scura molto spessa. Oltre la banda, a Nord, è ancora percepibile nebulosità con facilità. Ngc 2071 si mostra come un bozzolo
luminoso privo di dettagli.

- Ngc 2022, Orion, PN, Mag 11,69
Ben visibile a 148x in luce bianca. A 235x e 309x in luce bianca si distingue un guscio interno luminoso avvolto da un debole guscio esterno molto più debole. Al centro
del guscio interno si notano lacune di luce, specie a 440x. Nana bianca non visibile. Stranamente, mi è sembrato di vedere la nana bianca a 309x+OIII

- IC 443, Gemini, SNR, Mag 12
Invisibile in luce bianca. A 86x + OIII se ne vede una parte, una specie di barra corta e spessa orientata NW-SE con alcune screziature sui bordi. Lungo la barra si
vedono alcune corte appendici/filamenti. A 148x+OIII è al limite della visibilità e molti dettagli spariscono.

- Ngc 2261, Monoceros, BN, Mag 9,19
Nella sua semplicità, questa nebulosa mi piace molto. A 148x + OIII sembra una bellissima cometa con tanto di nucleo a Sud. Il nucleo non mi sembra essere una
stella ma una condensazione di dimensioni quasi stellari ma non ne sono certo. A Nord si estende un luminoso e super contrastato alone nebuloso, per circa 4-5',
come a formare una corta e molto spessa coda di una cometa, un pò ricurva verso Ovest. Bellissima.

- M 1 Taurus, SNR, Mag 8,39
Osservata a 148x e 235x + OIII. Si mostra di grandi dimensioni, ovalizzata NW-SE. Al suo interno si notano moltissime strutture intricate. Spiccano due grossi ed evidenti
filamenti. Il più evidente parte dal centro e va verso il bordo ENE della nebulosa e si mostra sottile e molto elongato. Molto ben contrastato sul luminoso alone della
nebulosa. Ai suoi lati si notano chiaramente chiazze scure, specie quella a ESE del filamento. L'altro filamento è più corto e spesso, localizzato nel centro della
nebulosa, elongato NW-SE, connesso al primo filamento. A 235x la nebulosa sembra una intricata ragnatela con struttute a filamenti molto delicati, per la
maggior parte poco contrastati sul luminoso alone.

- Ngc 2372, Gemini, PN, Mag 11,19
Evidente in luce bianca a 148x. A 148x+OIII è marcata. Si nota un disco con due forti condensazioni, una ad Ovest e una ad Est. A 309x e 440x +OIII si nota una lacuna
scura che penetra da NW e si ferma nel centro del disco, quasi separando in due il disco con le due opposte condensazioni. Visibile con difficoltà parte del guscio
esterno a NW, mentre il guscio esterno a SE è molto incerto, definitavamente non visto

- Jones- Emberson 1, Lynx, PN, Mag 12
Molto debole e davvero poco contrastata a 86x+OIII. Sembra ovale. Conndensazioni molto dubbie. Da riosservare.

- Ngc 2537, Lynx, Gx, Mag 11,64- “Bear Paw Galaxy”
Appena ovalizzata NS. A 148x si riconoscono delle lacune di luce interne un pò confuse, meglio apprezzabili a 235 e 309x. Le 2 lacune scure sembrano
parallele ed elongate NS. A 309x si nota con difficoltà che le lacune scure taglino il bordo Sud della galassia, divise da una piccola barretta di luce, mentre il bordo a
Nord della galassia sembra essere continuo. Il bordo Ovest della galassia ha maggiore brillantezza del bordo Est, a causa di una condensazione luminosa
proprio lì sul bordo Ovest, decentrata verso Nord. A 440x si percepiscono le lacune ma nel complesso la visione diventa troppo confusa.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu