Le foto del Mese Anno 2021 - G.A.S. Astronomia Lecce - astronomia salento - eventi astronomici salento - eventi astronomici lecce - osservazioni salento - osservazioni lecce - astronomia nel salento

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

La Foto del mese

La foto del Mese: Gennaio 2021
Autore: Fernando De Ronzo di San Cassiano (LE)

12, 13 e 19 Gennaio 2021
presso Parco delle stelle "I Paduli" di San Cassiano (LE)
SH2-264 Lambda Orionis Ring
Angelfish Nebula
(campo inquadrato: 7x12 gradi)
Tra Betelgeuse e Bellatrix  è ubicata  la Regione di Lambda Orionis(Meissa), un complesso di nubi molecolari
e regioni H II dalla caratteristica forma che richiama la Testa di un Alieno, è la regione galattica più vicina al
sistema solare in cui ha luogo la formazione di stelle di grande massa. Prende il nome dalla sua stella principale,
λ Orionis, una gigante blu responsabile della ionizzazione dei gas delle nebulose circostanti e fa parte dell'Ammasso  
Collinder 69 composto da stelle calde di quarta e quinta grandezza.
Dopo la nascita delle stelle di massa maggiore, i fenomeni di formazione stellare hanno riguardato esclusivamente
stelle di piccola e media massa, come è testimoniato dalla presenza di molte stelle di pre-sequenza principale;
tali fenomeni sono ancora in atto all'interno della nube e nelle regioni circostanti, come nelle nebulose oscure B30
(visibile a destra della SH2-264)  e B35 (visibile in alto al centro) associata alla stella FU Orionis, prototipo di una
particolare classe di stelle pre-sequenza principale, note come stelle FU Orionis. La stella nel corso degli anni trenta
subì un improvviso aumento della luminosità, passando dalla sedicesima alla decima magnitudine nell'arco di pochi
mesi e diventando una delle stelle pre-sequenza principale più luminose conosciute; in associazione ad essa vi è una
nebulosa a riflessione a forma di elica, formata dai gas illuminati dalla stella che possiede degli eccessi di emissione
nel range dell'infrarosso, segno della presenza in orbita di un disco circumstellare costituito da gas e polveri, spesso
accompagnato da importanti emissioni di raggi X, il suo spettro è caratterizzato dalle  linee di assorbimento del
monossido di carbonio (CO).
Si ritiene che la SH2-264 sia il resto di una supernova esplosa circa un milione di anni fa., essa si  estende per 8 gradi
di cielo, cioè 16 lune piene una accanto all'altra.
In basso a sinistra è visibile la stella Bellatrix "l'amazzone", la terza stella più luminosa della costellazione di Orione
dopo Rigel e Betelgeuse, distante 240 anni luce, Bellatrix è una stella molto calda con una temperatura superficiale
pari a 22.000k che le dona il caratteristico aspetto colore azzurro-blu.
L'immagine è il frutto della somma di 100 pose da 5 minuti riprese a 800 iso con l'obiettivo "vintage" Zenith 135mm a f4
applicato alla Reflex Canon Eos60d fullspectrum, munita di filtro Optlong l-pro, Montatura HEQ5 s.w. autoguidata dal
Synguider s.w.
Elaborazione: D.S.S.+ Pixinsight LE1.0 + PScc

La foto del mese: Febbraio 2021

Autore: Andrea Leo di Surbo (LE)

NGC 2174, nota anche come Nebulosa Testa di Scimmia, è una nebulosa a emissione H II ed è associata
all'ammasso stellare aperto NGC 2175.
La foto non mi soddisfa pienamente: gli enormi svantaggi che si incontrano fotografando dal centro città
(per non parlare dei maledetti fari a LED dei vicini di casa accesi per tutta la notte) in concomitanza al
fastidiosissimo rumore a pioggia, mi hanno costretto a forzare qualche passaggio in fase di post-produzione
(certamente la mia inesperienza in questa fase non mi permette di rattoppare al meglio i difetti).
Dati tecnici:
-Riprese effettuate da Surbo (LE) nella notte tra il 19 e 20 gennaio
-142 pose da 120 secondi @300 gain
-52 dark
-NO flat (li ho sbagliati in fase di acquisizione)
-Telescopio: Sky-Watcher Italia 200 F4
-Camera di ripresa: ZWO ASI Cameras 183mc
-Montatura: AZ-EQ6 GT
-Correttore di coma: GPU Aplanatico
-Filtro: Optolong l-enhance
Software utilizzati: DSS, Photoshop 2020
Ai seguenti link, le immagini a piena risoluzione:

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu